English (United Kingdom)Italian - Italy

I campi-scuola

Il campo-scuola dell’associazione si svolge, tradizionalmente, tra la prima e la seconda settimana di settembre. È un’occasione che permette ai giovani diabetici di responsabilizzarsi nella gestione del diabete. Quest’aspetto è affrontato con la supervisione della Dott.ssa Francesca Cardella, affiancata da specializzandi/e e da infermieri/e.

Lo scopo del campo è di realizzare un percorso di maturazione per i giovanissimi partecipanti (tra i 7 e i 14 anni), insieme con tutor/tutrici che li aiuteranno per l’intera settimana. Così, i giovanissimi possono affrancarsi dalla gestione della famiglia in alcuni aspetti come la somministrazione dell’insulina. Questo processo è controllato dal tutor/tutrice che è un ragazzo/a affetto da diabete da diverso tempo cui è affidata una piccola squadra di 3 partecipanti. Grazie alla sua esperienza maturata negli anni, può educare e consigliare i giovanissimi sui trucchi per gestire al meglio la patologia. Infatti, il campo-scuola, così come l’associazione, non è formato solo da persone aventi questa condizione, ma da ragazzi che vivono normalmente come una qualsiasi persona non affetta da diabete. Il campo, così, offre delle occasioni di svago e di socializzazione, altrimenti irripetibili.

E’ un’esperienza, infatti, che ci permettere di conoscere molte persone e di capire che in questo mondo non siamo soli. La settimana non è mai impiegata solo ed esclusivamente a parlare di diabete, ma è dedicata anche al divertimento e allo scambio di esperienze che i partecipanti realizzano tra loro. Per esempio, i soci s’impegnano durante la permanenza in gare di nuoto, in tornei di calcetto, di pallavolo, di golf o di tennis o in giochi da tavola.
Il campo ci offre l’opportunità di socializzare, di confrontarci, di condividere esperienze ed emozioni tra persone unite da un punto comune.
Questa esperienza è di fondamentale importanza per il ragazzo, poiché quest’ultimo impara ad affrontare un percorso di vita sereno, soprattutto chi è all’esordio. Iniziando a rendersi autonomo nella gestione della nostra patologia, il ragazzo diventa padrone e sicuro di sé e questo processo è fondamentale per divenire un individuo consapevole delle sue capacità. Chi volesse partecipare, può contattarci ad uno dei nostri recapiti.

 
free pokerfree poker
Designed by Staff Webmaster