English (United Kingdom)Italian - Italy

Breve storia del Diabete

Il papiro egiziano di Ebers datato 1552 a.C. suggerisce che gli antichi egiziani erano già a conoscenza di una malattia associata col passaggio di molta urina.
Diabetes in greco significa sifone e deriva da diabainein - passare attraversoIppocrate (460 a.C.) descrive la poliuria proprio come un passaggio attraverso il corpo delle sostanze vitali. Ancora in modo più preciso Aulo Cornelio Celso (25 a.C.–50 d.C.) annota tra i sintomi oltre la polidipsia anche il dimagrimento ed Areteo Di Cappadocia (120-200 d.C.) descrive il quadro clinico come un discioglimento nelle urine delle carni e delle membra del corpo.

L’associazione del diabete col suo caratteristico sintomo catturò l’attenzione di investigatori medici per secoli.
Condusse alla credenza che diabete era un problema dei reni (Galeno 129-207 d.C.). Assaggiare l’urina di persone diabetiche era un metodo comune di investigazione. In un documento indù del 400 a.C., Suhsruta Samhita (X-V a.C.) annota di "urina mielata", e il medico inglese Tommaso Willis"riscoprì" il gusto dolce dell’urina nel 1674, una pratica raccomandata a dire il vero già un secolo prima dal medico Paracelso (1493-1541) a fini diagnostici; nel 1776 Matthew Dobson isola lo zucchero nelle urine dei diabetici previa evaporazione e con l' aggiunta di lievito provoca la fermentazione e dimostra essere zucchero.
Da allora in poi il termine "mellitus", che vuole dire "miele", si aggiunse al nome diabete per descrivere questa condizione.

La ricerca sui meccanismi eziologici del diabete si cominciò ad allontanare dal rene solo nei primi anni del 1800. Le ipotesi sull’organo responsabile percorsero un'ampia gamma che va dal tratto gastrointestinale con John Rollo (1798) al cervello e al fegato con Claude Bernard (1885).
Ben presto fu osservata una associazione con il cibo e furono riconosciuti anche due tipi di diabete: un tipo che si manifesta nei primi anni di vita chiamato diabete "del magro", e un tipo che si manifesta in soggetti adulti e in sovrappeso, chiamato diabete "del grasso" (Bouchardat 1875). Questo secondo tipo rispondeva piuttosto bene a prescrizioni dietetiche ed esercizio fisico.
Sebbene evidenze autoptiche di un atrofia pancreatica o calcolosi del pancreas fossero state osservate da molto tempo in persone che muoiono di diabete (Thomas Cawley 1788), il fatto che questo accadesse solo in alcuni, ma non tutti, aveva posto in dubbio il rapporto diabete-pancreas. Nel frattempo, studi di metabolismo e di fisiologia erano riusciti a collegare il diabete al fegato, attraverso il ruolo del fegato nella produzione di glicogeno. Nell'ultima decade del XIX secolo, era chiaro che diabete era una sindrome eterogenea che coinvolgeva molti organi nel corpo.

La chiave per la nostra comprensione del diabete mellito apparve il 17 maggio del 1889 con gli esperimenti di van MeringMinkowski: la rimozione del pancreas da due cani provocò negli animali una profusa diuresi con tutti i sintomi dell'uomo con diabete.
Ci si ricordò che Langerhans, 20 anni prima, aveva descritto un gruppo nuovo di celle nel pancreas con una funzione ancora sconosciuta. Queste "isolette di Langerhans" furono rapidamente riconosciute come le cellule secretive del pancreas che producono la sostanza che manca alle persone diabetiche. Questa sostanza venne chiamata insulina.

La ricerca per ottenere l'insulina terminò nella riuscita produzione di BantingBest nel 1921 di una preparazione di insulina che sarebbe poi stata usata, subito dopo, nel trattamento del diabete umano.
Durante il corso dei successivi 30 anni, furono sviluppate varie preparazioni di insulina che permisero una grande esperienza clinica della loro efficacia. Per la prima volta i medici avevano finalmente un trattamento per pazienti diabetici che dava loro speranza.

La scoperta di compresse stimolanti la secrezione insulinica negli anni 50 e la recente sperimentazione di sostanze capaci di migliorare l'efficacia dell'insulina stessa hanno ulteriormente ampliato le possibilità di intervento.

 
free pokerfree poker
Designed by Staff Webmaster